DVR - Documento di Valutazione dei Rischi

Di cosa ci occupiamo

Realizzazione del Documento di Valutazione Rischi (DVR) per l’individuazione dei fattori di rischio, la valutazione e l’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro.

Nel dettaglio

  • Il datore di lavoro, in collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e il medico competente (laddove quest'ultimo è previsto dalla normativa) deve effettuare la valutazione di tutti i rischi per la salute e sicurezza dell' azienda/unità produttiva ed elaborare il relativo documento "DVR"
  • Quanto sopra è realizzato previa consultazione del "RLS" rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
  • Il documento deve essere custodito presso l’unità produttiva alla quale si riferisce la valutazione dei rischi;
  • La valutazione dei rischi deve essere immediatamente rielaborata in occasione di modifiche del processo produttivo o della organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e sicurezza dei lavoratori, o in relazione al grado di evoluzione della tecnica, della prevenzione o della protezione o a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità. A seguito di tale rielaborazione, le misure di prevenzione debbono essere aggiornate [...];
  • In caso di costituzione di nuova impresa, il datore di lavoro è tenuto ad effettuare immediatamente la valutazione dei rischi elaborando il relativo documento entro novanta giorni dalla data di inizio della propria attività.

Oggetto della valutazione dei rischi

  • La valutazione [...], anche nella scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o dei preparati chimici impiegati, nonché nella sistemazione dei luoghi di lavoro, deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’accordo europeo dell’8 ottobre 2004, e quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro.. [...]
  • Il documento DVR deve contenere:

    • Una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa. La scelta dei criteri di redazione del documento è rimessa al datore di lavoro, che vi provvede con criteri di semplicità, brevità e comprensibilità, in modo da garantirne la completezza e l’idoneità quale strumento operativo di pianificazione degli interventi aziendali e di prevenzione;
    • L’indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati, a seguito della valutazione di cui all’articolo 17, comma 1, lettera a);
    • Il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;
    • L’individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell’organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;
    • L’indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio;
    • L’individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.
  • Il contenuto del documento di cui al comma 2 deve altresì rispettare le indicazioni previste dalle specifiche norme sulla valutazione dei rischi contenute nei successivi titoli del presente decreto.

Nostra documentazione allegata al DVR

  • verbale di incontro - informazione ai lavoratori, ai sensi dell’art. 36 e formazione art. 37 del d.lgs. n. 81/2008;
  • scheda addestramento dei lavoratori;
  • dichiarazione di consegna e ricevimento dei dpi;
  • autocertificazione (laddove possibile) del rischio chimico;
  • autocertificazione (laddove possibile) del rischio biologico;
  • documentazione relativa alla movimentaziome man. carichi;
  • metodo niosh-sollevamento carichi;
  • documentazione relativa al rumore e vibrazioni;
  • documentazione relativa alle attrezzature di lavoro utilizzate;
  • lavoro esterno e uso autovetture/automezzi;
  • valutazione dello stress-lavoro correlato;
  • sorveglianza sanitaria-primo soccorso -gestione emergenza - incendio;
  • schede delle attrezzature/macchine;
  • delega di funzioni (laddove richiesto);
  • ed altri..
Si effettuano preventivi su richiesta. - I nostri prezzi sono molto competitivi! - Il primo sopralluogo in azienda é GRATUITO!